Con sessaggio si intende la pratica di determinazione del genere (maschio o femmina) di un individuo. Si tratta di una pratica diffusa e talvolta indispensabile nell’ornicoltura per la pianificazione degli accoppiamenti, la vendita e lo scambio di soggetti, l’assortimento di coppie in quelle specie in cui una distinzione morfologica risulta particolarmente complessa dal momento che maschi e femmine non presentano dimorfismi evidenti fino ad un particolare età o addirittura per tutta la vita. Tali specie si definiscono monomorfiche, ovvero il maschio e la femmina mostrano la stessa morfologia (dimensioni, colore, ecc.). In particolari periodi dell’anno e per alcune specie, è possibile notare un diverso comportamento tra maschi e femmine; questa metodologia non è però applicabile a soggetti giovani e può comunque essere falsata da diversi fattori, quali comportamenti anomali, cicli di luce che non garantiscono il raggiungimento dei corretti livelli ormonali, poco tempo a disposizione per l’osservazione..

In presenza di monomorfismo si rende quindi necessario il ricorso ad altri  sistemi di determinazione del sesso degli esemplari, tra i quali negli ultimi anni ha assunto particolare rilevanza il Sessaggio Molecolare mediante analisi del DNA grazie alla sua affidabilità (99%) e rapidità. Inoltre, è considerata la pratica meno traumatica per i soggetti, che non sono sottoposti a stress legato a spostamento, operazione, recupero post operatorio, cicli di antibiotici, ecc. Questo genere di analisi risulta essere poco impegnativa anche per i proprietari poiché è sufficiente effettuare un ordine tramite computer e spedire i campioni con il proprio mezzo di fiducia (corriere o poste).

Per una buona riuscita della procedura è tuttavia necessario prestare attenzione in tutte le sue fasi, a partire dal campionamento fino all’interpretazione dei risultati. Vediamole ora nel dettaglio.

  1. CAMPIONAMENTO

Il campionamento è un presupposto fondamentale per il buon esito dell’analisi e per questo motivo deve essere effettuato con la massima accortezza: il tecnico di laboratorio che esegue il sessaggio molecolare non lavora sull’intero soggetto; di conseguenza egli si limiterà ad attribuire l’esito dell’analisi al materiale biologico sul quale sta lavorando. È quindi il cliente stesso, mentre accetta gli accordi con il laboratorio, che si fa carico della responsabilità di fornire dati corrispondenti al vero, e che il materiale biologico che ha inviato appartenga nei fatti al soggetto indicato nel modulo di ordine.

È buona norma, inoltre, lavarsi le mani tra il prelievo da un soggetto ad un altro, in modo da evitare il passaggio di DNA del primo animale al successivo. 

La matrice su cui viene effettuata l’analisi è rappresentata da:

  • penne
  • sangue
  • uovo

ed ognuno di questi deve rispettare degli standard di laboratorio che agevolino gli step successivi.

           

1.1 Penne

Le penne devono avere un calamo integro, non strappato e di idonee dimensioni (almeno 3 mm).

La tipologia e la quantità di penne necessarie variano a seconda della specie:

   per esemplari di taglia piccola come inseparabili, cardellini, canarini:

   2 penne del sottocoda o delle ali e 2 penne del petto

   per esemplari di taglia grande come Ara, Amazzoni, Rapaci, ...:

   2 penne del petto e 2 penne dei fianchi

Se è presente materiale ematico, come nel caso delle penne in crescita, per favorire la conservazione del DNA è opportuno avvolgere il campione in un foglio di carta assorbente.

Le penne possono essere tranquillamente conservate a temperatura ambiente, all’interno di bustine di plastica chiuse ermeticamente.

 

Qualità delle penne non ottimale, troppo piccole.

 

Qualità e quantità delle penne ottimali, ma conservazione errata.

 

Qualità e quantità delle penne ottimali. ............

 

 

1.2 Sangue

Il prelievo del sangue deve essere effettuato in condizioni di sterilità, da una persona esperta come un medico veterinario, in modo da evitare traumi o infezioni. Bastano poche gocce, che devono essere tassativamente inserite in una provetta con EDTA, che ne impedisce la coagulazione

    

1.3 Uovo

Il guscio e la membrana interna dell’uovo devono essere integri e asciutti. Per evitare che il DNA si degradi, cosa che accade ad esempio quando l’uovo è umido, il campione deve essere avvolto in un foglio di carta assorbente (se inviato entro sette giorni dalla schiusa) oppure immerso e conservato in alcool puro (se inviato dopo sette giorni dalla schiusa) e mantenuto a temperatura ambiente fino al momento dell’invio.

2. IDENTIFICAZIONE DI SPECIE

Non tutte le specie possono essere analizzate con lo stesso metodo in quanto a livello genetico si comportano in maniera diversa e non confrontabile. Una prima macrodistinzione possiamo farla tra l’ordine degli Psittaciformes (pappagalli) e tutti gli altri ordini, tra cui i Passeriformes (cardellini, corvi, canarini) i Columbiformes (colombi), gli Strigiformes (rapaci notturni), gli Anseriformes (anatre, cigni, oche).  Pertanto, è di fondamentale importanza che in fase di ordine venga indicata la specie corretta, poiché in caso contrario si rischierebbe di ottenere un risultato non affidabile o errato.

Nel caso in cui un cliente voglia avvalersi del servizio di Sessaggio Molecolare per dei soggetti appartenenti ad una specie non ancora analizzata dal laboratorio, vengono richiesti dei campioni di penne appartenenti ad animali di sesso noto (ad esempio i genitori), definiti standard. Su questi campioni verrà messo a punto il metodo di determinazione del sesso più corretto per quella specie, naturalmente senza alcuna spesa per il cliente.

Per arricchire il nostro database, invitiamo i nostri clienti a farci pervenire campioni certi delle specie che non sono ancora presenti nella lista consultabile al nostro sito: http://avifauna.fem2ambiente.com/home/servizi/lista-specie/

 

PERCHÉ FEM2-Ambiente?

FEM2Ambiente è un laboratorio di analisi genetiche incubato dall’Università degli Studi di Milano-Bicocca.

Ad oggi siamo leader Italiani del sessaggio molecolare e abbiamo guadagnato questa posizione grazie alla fiducia acquisita in oltre 7 anni di presenza sul mercato, agli investimenti in personale altamente qualificato, al continuo aggiornamento delle procedure di analisi per specie specifica e ai servizi informatici dedicati.

La particolare attenzione che riserviamo al rapporto con gli appassionati di avifauna, si rispecchia nella realizzazione di un portale unico nel suo genere: esso è dedicato al singolo allevatore, amatore o professionista che può così disporre di una propria pagina personale contenente lo storico delle analisi, gli eventuali attestati (scaricabili in qualsiasi momento), lo storico degli ordini e la situazione crediti, il tutto sempre aggiornato in tempo reale.

 

CONTATTI 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

avifauna.fem2ambiente.com